Landing page di successo? Scopriamo insieme come creare una!

Una landing page è una pagina creata e ottimizzata per accogliere gli utenti. Per questo viene definita pagina d’atterraggio o pagina di destinazione.

La landing page è quindi quella pagina di reindirizzo su cui l’utente giunge dopo aver cliccando su un link o su una pubblicità (banner, email marketing, sms marketing, social). Il suo contenuto differisce da quello di una home tradizionale e propone contenuti specifici e targhettizzati, su misura, alle richieste del cliente, il quale cliccando sul link condiviso dichiara il suo interesse al prodotto o al servizio offerto da una determinata azienda.

I fattori principali da tenere in considerazione nella creazione di una landing page di successo sono:

  1. Target marketing : Per strutturare al meglio una campagna di marketing è importante conoscere il target di riferimento: usi, abitudini, età, livello di conoscenza informatica, sesso, provenienza ecc. L’utente che arriverà sulla landing dopo aver cliccato su un link deve trovare ciò che si aspetta, inoltre il messaggio deve esser rafforzato per il raggiungimento dell’obiettivo: la conversione!target Landing page di successo
  2. CTA (call to action): per call to action si intende l’invito all’azione (molto spesso, è un bottone con un testo come: “Clicca qui“, “registrati” ecc). Le call to action devono essere posizionate in punti strategici della landing page. Devono cioè essere visibili molto bene dato che il loro compito è fondamentale: devono convertire, creare lead, vendere. Bisogna dare indicazioni chiare, brevi e perentorie ai tuoi visitatori. Per quanto concerne i dettagli per realizzare i pulsanti delle call to action: usa colori che contrastino bene tra di loro in modo da aumentare la leggibilità dei pulsanti e usa font molto leggibili per i caratteri. Per ottimizzare la call to action bisogna lavorare sul testo. Utile far uso del senso di urgenza usando avverbi come “immediatamente”, oppure includendo qualche informazioni aggiuntiva (es: “Affrettati, la promozione scade il!!”, “Registrati subito, solo per oggi hai in omaggio…”).Call to Action Landing Page di successo
  3. Scegli con cura le immagini: le immagini parlano da sole, hanno un’immediatezza comunicativa che le parole non hanno. Non vanno scelte a caso o inserite solo perché sono gradevoli alla vista, ma devono aiutare a comprendere l’offerta per il tuo target. Spesso una bella foto ha un ruolo di primo piano per spingere le conversioni nella landing page. Al contrario, fotografie anonime, sgranate, mal posizionate e tagliate male non aiuteranno a valorizzare il prodotto o il servizio.immagini Landing Page di successo
  4. Web usability: una landing page di successo deve essere user friendly, non dobbiamo far spendere energie inutili all’utente perché il rischio dell’abbandono è sempre presente. Fondamentale è l’utilizzo del responsive design per i dispositivi mobili (tablet, smartphone). Il visitatore deve essere coccolato, a suo agio e non deve avere nessun tipo di difficoltà. Se tutti i comandi di navigazioni gli sembreranno facili da usare, e se si troverà a proprio agio nel leggere i contenuti web, la conversione avverrà senza problematiche. L’usabilità porta a un numero maggiore di conversioni, di lead e di vendite online.
    usabilità nel marketing.Responsive design
  5. Richiedi poche informazioni nei form: a nessuno piace dare i propri dati sensibili a terzi, soprattutto in ambito web dove la paura è alta. L’utente medio inoltre è pigro e non ha molta voglia di compilare campi, bisogna avvantaggiarlo. Per aumentare le conversioni i form devono richiedere le informazioni strettamente necessarie per poi tentare di coinvolgerlo o contattarlo in un secondo momento.Form Landing Page di successo
  6. Mettere in chiaro l’offerta: titolo e sottotitoli devono essere ben chiari e mettere in evidenza quale è l’offerta ed i suoi vantaggi. L’utente deve percepire che otterrà qualcosa di concreto e utile una volta atterrato sulla vostra landing page altrimenti sarà lavoro e tempo sprecato.

Quindi riassumendo la struttura tipo di una landing page di successo dovrebbe contenere:

  • Titolo H1: in una buona landing page, tutti gli elementi devono spingere l’utente consciamente/inconsciamente a eseguire l’azione che ci siamo prefissati.
  • Titolo H2: anche il titolo secondario deve saper colpire le emozioni del visitatore. Titoli brevi ma che sappiano colpire l’animo dell’utente.
  • Testi: devono essere chiari, facili da comprendere dall’utente e soprattutto senza errori grammaticali.
  • Recensioni di clienti soddisfatti: le recensioni, possono essere un buon metodo per invogliare l’utente a “convertire”. Tramite le recensioni gli utenti possono subito vedere che non sono i primi a fare quell’azione.
  • Bottoni e Call To Action (CTA): per questi elementi le possibilità sono infinite e strettamente legate al tipo di utente da catturare. Devono comunque essere frasi semplici ed accattivanti.
  • Immagini: devono saper colpire immediatamente l’utente, altrimenti, si corre non solo il rischio di “non convertire” e di indurlo ad abbandonare immediatamente la pagina.
  • Form: spesso l’azione che si vuole far compiere all’utente, è quella di compilare un form per ottenere delle determinate informazioni che ci possono far comodo.
  • Video: i video stanno raggiungendo una supremazia sul traffico internet e sulle landing page non sono solo un contenuto ma spesso un ottimo elemento per migliorare il tasso di conversione. Inserisci la parte più importante del messaggio all’inizio del video e fornisci abbastanza informazioni sulla pagina in modo che il visitatore possa continuare anche senza avere visto il video.
    Il frame che si vede prima di cliccare play ha un’importanza fondamentale. Deve infatti avere un forte appeal facendo magari vedere un’azione che invogli l’utente a cliccare.
    Non inserire l’autoplay che potrebbe infastidire l’utente e distrarlo dalla gerarchia delle informazioni che deve leggere prima di guardare il video.

 

Altro aspetto da non sottovalutare riguarda la velocità. Per il posizionamento nei risultati di ricerca infatti, Google ama la velocità dei siti dato che la amano gli utenti.
Da statistiche risulta infatti che per ogni secondo di ritardo nel caricamento della pagina si perde l’11% di visite e fino al 7% di conversioni.
Quindi una landing page di successo deve per forza essere veloce: le immagini non devono essere pesanti (buona risoluzione e peso ideale sotto i 500 kb) ed il server in cui viene ospitata deve essere veloce e performante.

Non ti resta altro che creare la tua landing page di successo 😉

 

 

Landing page di successo. Ultima modifica: 2016-06-29T12:11:40+00:00 da Ileana Somma