Storytelling: la scienza ne prova l’efficienza.

Chi lavora nel settore del marketing sa qual è la potenza dello storytelling e l’impatto sugli utenti che ha, l’arte di raccontare delle storie originali ai consumatori.

Perché la scienza rafforza l’impatto dello storytelling?

Saper raccontare delle storie, far vivere e rivivere delle emozioni fa parte dello Storytelling. Psychology Today nel suo studio evidenzia il ruolo delle emozioni nel comportamento e nelle scelte del consumatore.

Il consumatore utilizza le sue emozioni legate ad una esperienza cliente per valutare un marchio piuttosto che delle informazioni reali come caratteristiche del prodotto.

L’emozione suscitata da una pubblicità è più importante del contenuto della stessa.

 

Storytelling e L’impatto sugli utenti

Le emozioni positive generate da un marchio hanno una grande influenza sulla fidelizzazione del consumatore, ed è stato anche provato che nel sentire una storia, il modo nel quale il nostro cervello funziona cambia letteralmente.

Quando le persone nel sentire delle parole neutre come “chiave”, “macchina” o “carta”, attivano le aree Broca et Wernicke dei loro cervelli i cui nomi rimandano a due zone del cervello associate al linguaggio e alla sua comprensione.

D’altro canto nel sentire una storia, sono le zone del trattamento del linguaggio del cervello che sono attivate in associazione ad altre aree sensoriali. Per esempio nel sentire la parola “profumo” o “caffé”, si va ad attivare la corteccia olfattiva che traduce il messaggio al vostro cervello associandolo ad un odore e quindi ad una emozione particolare.

Storytelling e cervello
Come ci si serve di questi elementi nel marketing?

La ricerca mostra che il nostro cervello non é cablato per comprendere la logica o per conservare i dati concreti nel tempo.

Ecco cinque consigli che possono che possono aiutare a costruire una storia e a impressionare i vostri clienti :

1. Conoscete i vostri clienti
Dovete parlare con loro, domandarli perché vi hanno scelto, sapere come sono arrivati a voi ecc…

2. Adattatevi alle loro risposte
Grazie alle loro risposte, potete identificare i sentimenti che loro associano al vostro marchio. Potrete così lavorare in questo senso, al fine risvegliare costantemente le emozioni che associano al vostro marchio.

3. Siate i più autentici possibili
Raccontare una storia, é prima di tutto dire la verità. Fate entrare i vostri clienti nell’intimità della vostra azienda, fate loro scoprire la vostra storia, i vostri dipendenti, la vostra filosofia e la vostra cultura. Non esitate ad andare al dettaglio, donando dei nomi o mettendo in rlievo dei risultati positivi. Più la vostra storia sarà uman, più pubblico reagirà e più voi potrete incoraggiare a condividere.

4. Adattatevi al contesto.
Bisogna assolutamente adattare il modo di raccontare la vostra storia agli elementi media che voi avrete scelto. Voi non potrete mai parlare alla stessa maniera se si parla di televisione, di social network o di cartelli pubblicitari.
NON DIMENTICATE MAI: SE IL CONTENUTO E’ RE, IL CONTESTO E’ DIO.

5. Siate credibili
Integrate i dati alla vostra storia in maniera intelligente, così facendo toccherete il vostro audience emozionalmente.
Se nella vostra prossima campagna voi continuerete ad utilizzare delle parole o delle frasi neutre, senza raccontare delle storie, non si può essere sorpresi che il messaggio venga rapidamente dimenticato dal vostro target di clienti.

storytelling e l'impatto sugli utenti
storytelling e l’impatto sugli utenti

Per finire una frase di Stendhal rivisitata ai giorni nostri…

Una storytelling è come un arco, la cassa che emette suoni è l’anima del lettore.

 

Clicca qui!

Storytelling e L’impatto sugli utenti è provato scientificamente.. Ultima modifica: 2018-02-09T16:00:27+00:00 da Fatiha Sallami