Quali sono le migliori strategie di Remarketing?

Il Remarketing, conosciuto anche come Retargeting, è quella forma di pubblicità che si rivolge agli utenti sulla base delle loro precedenti attività svolte sulla Rete, quando queste non si sono effettivamente tradotte in una vendita o in una qualche conversione.

È una tecnologia basata sui cookie: un codice Javascript (anonimo) traccia gli utenti sul web.

 

Considerando che per la maggior parte dei siti E-Commerce solo il 2% del traffico si trasforma in una conversione alla prima visita, il Remarketing permette di mantenere visibile il tuo marchio, anche dopo che gli utenti hanno lasciato il sito. La sua efficacia risiede nel concentrare l’investimento pubblicitario su un’utenza che ha già una dimestichezza con il prodotto/servizio in vendita e che è in qualche modo già interessata a questo.

 

Processo di remarketing

Quali sono le migliori strategie di Remarketing e come utilizzare al meglio questo strumento?

Alcuni dati sull’uso del Remarketing

  • Aumenta il CTR (Click Through Rate) del 52%
  • Abbassa il CPA (Cost Per Acquisition) del 28%
  • Incrementa le conversioni del 50%

 

Strutturare una campagna di Remarketing

  1. Installare in tutte le pagine il tag di Remarketing.
  2. Individuare le pagine più maggiormente collegate ai processi di conversione (tramite AdWords o Analytics).
  3. Creare le liste di Remarketing.
  4. Scegliere ads ad hoc.
  5. Impostare bids superiori in base al valore della lista.

 

Le strategie fondamentali di Remarketing

  1. Carrello abbandonato: è la prima campagna che deve essere strutturata. Impostare il tag nelle pagine finali del funnel, individuare una lista di utenti reputati più vicini alle conversioni e creare delle ads specifiche e personalizzate.
  2. Acquisire nuovi clienti: sfruttando la Similar Audience è possibile creare una lista di utenti nuovi, che quindi non conoscono ancora l’azienda, sulla base delle caratteristiche della tua lista. Può essere interessante strutturare campagne specifiche per gli utenti nuovi, ad esempio offerte o sconti per i primi acquisti, coupon.
  1. Corss-selling: crea una lista di chi ha effettuato l’acquisto e successivamente vengono proposti annunci di prodotti correlati, ad esempio accessori.
  1. Persuadere i clienti: settare il tempo di visualizzazione di un annuncio in base a quello che mediamente gli utenti trascorrono sul sito e creare annunci che motivino e supportino l’acquisto, o le altre conversioni.
  1. Co-marketing: consiste nella collaborazione con uno o più partner, al fine di massimizzare i risultati ed ottimizzare i costi, mettendo reciprocamente a disposizione i propri prodotti, servizi o canali.
  2. Loyalist: Strutturare delle liste per dare dei premi ai clienti più fedeli. A lungo termine risulta una strategia estremamente efficiente.

 

Che ne pensi?

Rivolgiti a noi per maggiori informazioni!

Clicca qua sotto!

Quali sono le migliori strategie di Remarketing?. Ultima modifica: 2018-05-17T16:57:56+01:00 da Fatiha Sallami