I Social Network per museo sono una strategia vincente!

Per social media si intendono tutti quegli strumenti che consentono agli utenti di scambiarsi esperienze, commentare e valutare i post o creare contenuti da pubblicare.

La maggior parte degli utenti passa una  buona parte del suo tempo stando sui social,  e nell’era dei social network nemmeno i musei possono sottrarsi alle leggi dei “Mi piace”.

Ma se all’estero la lezione sembra ormai acquisita, i musei italiani faticano a stare al passo coi tempi.

Lo evidenzia la classifica del sito Museum Analytics: tra i primi dieci profili Facebook museali più seguiti non figura neanche un museo italiano.

Non è un caso che i primi 5 classificati tra i musei più visitati al mondo abbiano ritenuto opportuno sviluppare una social media strategy per poter comunicare attivamente con il proprio pubblico.

Social network per museo

Sono sempre di più sono i musei che utilizzano i canali digital per promuovere le proprie collezioni, connettendo Social Network e Mostre Digitali insieme, strumenti necessari per dare valore all’arte in tutte le forme e renderla sempre più accessibile a tutti, anche a chi si trova in un altro continente.

Insomma gli utenti sono sempre più disponibili a trovare nuovi modi di conoscere e dare valore all’arte, ecco perché i musei (soprattutto quelli italiani, che sono indietro rispetto ai colleghi delle altre nazioni).

Basta trovare il social network più adatto a trasmettere il messaggio giusto.

Sicuramente Instagram essendo un Social che si basa sulle foto e video, può essere un ottimo strumento per sviluppare una strategia, e per valorizzare la brand awareness consentendo di esprimere con facilità e creatività il proprio messaggio.

Considerando che il 60% degli utenti scopre su Instagram nuovi prodotti e servizi, e circa il 75% di loro compie un’azione dopo essere stati ispirati da un post di Instagram.

 

ECCO COSA DOVER PRENDERE IN CONSIDERAZIONE QUANDO SI SCEGLIE PER INTRAPRENDERE UNA STRATEGIA SOCIAL NETWORK PER MUSEO

  • Target

Per costruire una strategia di comunicazione efficace bisogna sicuramente individuare qual è il target di riferimento. Il target dev’essere Il primo passo per costruire una comunicazione social efficace è sicuramente l’individuazione del target cui ci si vuole rivolgere.

 

  • Obiettivi

Individuato il target di riferimento, occorre stabilire quali siano gli obbiettivi che si vogliono raggiungere.

Una delle regole fondamentali del Marketing dice che gli obbiettivi devono essere SMART acronimo che sta per:

Specifico
Misurabile
Raggiungibile (Achievable)
Rilevante
Time-bound, ovvero raggiungibile in un arco di tempo prefissato

Per esempio gli obbiettivi per un museo potrebbero essere:

Brand Awareness: Per Brand Awareness facciamo riferimento alla notorietà di una marca, al suo essere famosa e riconoscibile . Questo obbiettivo, se raggiunto può ripercuotersi positivamente sulle attività organizzate, e crea rapporti stabili e positivi nella mente dei utenti.

Viralità: Tramite la comunicazione creata per i Social Network, rende i contenuti più virali e stimola l’engagement degli utenti.

  • Strumenti

Gli strumenti ci servono per raggiungere gli obbiettivi e il target definito in precendenza.

Di social ne abbiamo moltissimi, i più gettonati dai musei sono sicuramente Facebook, Instagram, Twitter, Pinterest e Foursquare: ogni Social ha le sue caratteristiche e aiuta a raggiungere determinati obbiettivi.

  • Piano editoriale

Una volta identificato il target, l’obbiettivo e gli strumenti da raggiungere, l’ultimo punto è il piano editoriale.

Con il piano editoriale si stila quali sono i contenuti da pubblicare e quando pubblicarli e quale tono usare.

 

Se l’articolo ti ha incuriosito, scarica la nostra infografica!

Checklist Marketing Museo

Social Network per museo. Ultima modifica: 2017-12-05T16:24:46+00:00 da Fatiha Sallami