Cos’è una call-to-action (CTA)?

E’ un’immagine o una linea di testo che invita i visitatori di un sito a compiere un’azione specifica, come ad esempio leggere un articolo, visitare una pagina, scaricare un PDF, iscriversi ad un evento…

Come creare una call-to-action efficace?

 

1. Design: per far in modo che gli utenti facciano click sulla CTA è necessario che riescano a notarla!

Il colore del “bottone” deve creare un forte contrasto con quelli del sito e le dimensioni dovrebbero essere piuttosto grandi.

 

2. Messaggio: il testo della CTA deve essere d’immediata comprensione; l’utente deve capire a colpo d’occhio quale sarà la conseguenza dell’azione compiuta.

I verbi preferibili da usare sono quelli orientati all’azione (scarica, leggi, partecipa, prenota…).

 

 

Il messaggio della call-to-action deve essere intuitivo.

 

 

3. Landing page: è la pagina su cui viene condotto l’utente una volta fatto click sulla CTA.

Proporre una pagina dedicata all’azione fa sì che la CTA sia più efficace.

In un recente articolo abbiamo spiegato come creare una landing page di successo.

 

4. Posizione: è preferibile inserire la CTA alla fine di un articolo o di una pagina mentre nella sidebar ci saranno quelle inerenti le offerte generali.

 

 

Perché usare una call-to-action?

 

I principali vantaggi sono:

  • attrarre utenti interessati fornendogli contenuti utili ai loro scopi;
  • convertire un visitatore in lead;
  • aumentare le vendite tramite il tuo sito.

 

 

Quali sono le tipologie di call-to-action di cui ha bisogno un sito?

 

1. Lead generation: è quella più comune che viene posizionata per invogliare gli utenti a lasciare i loro contatti, in cambio di un contenuto utile da consultare.

2. Form: una volta giunto sulla landing page l’utente dovrà compilare un form ed inviare i propri dati per ricevere il contenuto desiderato.

Il bottone “invia” alla fine di un form non è altro che un’altra CTA molto comune.

 

 

Una call-to-action molto comune è il bottone alla fine di un form.

 

 

3. “Leggi di più”: o “scopri di più” è il caso in cui viene inserito un invito all’azione per invogliare l’utente a leggere l’intero articolo oppure ad avere maggiori dettagli sull’azienda e sui prodotti/servizi che offre.

4. Icone Social: sono i classici bottoni raffiguranti i vari Social Network che invitano l’utente a condividere o a seguire la pagina dell’azienda.

 

 

Le icone social sono call-to-action che invitano l'utente a interagire con l'azienda.

 

 

Sei pronto a creare le tue call-to-action vincenti?

 

 

Call-to-action: cosa, come e perché.. Ultima modifica: 2016-10-06T13:08:29+01:00 da Sara Saccardi