Scopri come sviluppare correttamente le tue e-mail e come misurarne l’efficienza nelle tue campagne di Email Marketing.

Al culmine dell’onda del Digital Marketing, i lead valgono più dei lingotti d’oro!

Sappiamo che i contatti che entrano nel funnel vengono convertiti in clienti al termine del percorso, fornendo il ritorno sull’investimento (ROI) delle strategie digitali.

Tuttavia, il numero di aziende che hanno difficoltà a far avanzare questi lead attraverso la canalizzazione di marketing è ancora molto frequente.

L’obiettivo di questo post è di aiutarti a costruire una strategia efficiente ed economica per gestire la tua base di contatti.

Email di qualità

Questo è il segreto del successo delle aziende che utilizzano meglio il tasso di conversione tra una fase e l’altra della canalizzazione.

Ma cos’è un’email di qualità? La risposta tende a variare tra “è un contenuto eccellente” e “quello che ha avuto un rendimento migliore”, ma ciò non è abbastanza. C’è bisogno di metriche chiare per giudicare in modo accurato una buona email.

Ecco le metriche di un’email marketing di qualità:

  • 60 destinatari;
  • 98% di consegna;
  • 15% di open rate;
  • 2% di clic;
  • 1% di disiscrizione;
  • non avere più dello 0,1% di spam.

Grazie a questi dati, hai una base per giudicare la qualità di un’email e l’assertività quando stabilisci cosa dovrebbe essere modificato, adattato e ottimizzato. Con questi numeri in mano, farai esperimenti di miglioramento e sarai in grado di determinare il successo (o meno) di un’azione di Digital Marketing.

1. Seleziona i destinatari e il tasso di consegna

Uno dei principi della redazione di un’email è: hai un messaggio da trasmettere e il primo passo è sapere a chi inviarlo. Stabilire il target è essenziale per creare un’email con il messaggio giusto, garantendo l’impegno per i tuoi contenuti.

2. Maggiore tassi di apertura: elemento decisivo

La prima cosa che fai prima di decidere se aprire o meno un’email, è leggere l’oggetto di quel messaggio nella tua casella di posta. Se l’oggetto è di mio interesse apro l’email, altrimenti la scarto semplicemente. Trattare l’argomento dell’email con la stessa serietà con cui viene trattata la creazione di un contenuto per il blog o un ebook è fondamentale per un’azione efficace.

3. Garantisci il tasso di clic

La tua email deve avere un chiaro CTA (Call to Action) di ciò che il lettore dovrebbe fare e, soprattutto, questo CTA deve essere un link che indirizzerà il tuo lead verso la successiva azione logica della tua strategia di email. Solo allora le tue metriche di impegno e accompagnamento avranno un senso.

4. Evita la disiscrizione e lo spam

Se fai un buon lavoro con il tuo elenco di segmentazione, la possibilità di avere un buon rendimento con annullamenti dell’iscrizione e spam è alta. Qui meno è di più, cioè più bassa è la disiscrizione e il tasso di spam, migliore sarà il tuo scatto. Le persone che annullano l’iscrizione sono coloro che hanno ricevuto la tua email, l’hanno aperta e hanno chiesto di non ricevere più nulla. Normalmente le cause sono correlate a: alto volume di email che si riprendono per la stessa persona oppure la persona non ha più interesse per i tuoi contenuti.

5. Scrivi contenuti di qualità

Un buon contenuto non è quello che presenta semplicemente un argomento interessante per il tuo lead, ma quello che trasmette la più chiara idea del messaggio che vuoi trasmettere. Nel dubbio tra scrivere di più e scrivere di meno, concentrati sul classico: less is more.

Ora è il tuo turno!

Come diceva Aristotele, l’abitudine porta alla perfezione. Pertanto, è necessario iniziare a relazionarsi con la tua base di lead il prima possibile.

In un primo momento può sembrare un ostacolo, ma il piacere di vedere leads occupati con i tuoi messaggi, facendo clic sulla tua CTA, avanzando nell’imbuto, è la certezza che sei è sulla strada giusta.

Dopo aver conosciuto la struttura e le metriche di un’email marketing di qualità, inizia a relazionarti con la tua base di lead, il carburante del tuo imbuto.


Non dimenticare di cliccare qui sotto per scaricare la nostra infografica!

Conosci la struttura e le metriche di un’email marketing di qualità. Ultima modifica: 2018-10-26T13:30:43+00:00 da Sara El Jemli