Quali errori evitare del Project Management?

Il Project Management spesso deve fare i conti con errori nel quale spesso si incorre. Ecco 6 errori del Project Management da evitare a tutti i costi!

Come abbiamo già accennato in un vecchio articolo, la competenza e l’esperienza del project manager serve soprattutto ad evitare determinati errori, e basta semplicemente seguire dei piccoli passi!

Per evitare questi errori non è solo necessario sapere quali sono i passi da seguire per evitarli, ma è opportuno sapere anche gli stessi proprio per evitare dispendio inutile di lavoro e risorse.

Ecco i 6 errori del Project Management da evitare!

Non definire adeguatamente le responsabilità del team.

Nel primo meeting del progetto, ogni membro del team ha bisogno di capire chiaramente di cosa ha bisogno per eseguire perfettamente quel progetto.

Il consiglio è quello di non perdersi in un “non so da dove cominciare” ma è opportuno assegnare correttamente i compiti a chi di dovere, in tal modo da garantire un team efficiente e commisurato alle esigenze e dei lavoratori motivati e dediti al progetto.

Perdersi nei dettagli perdendo di vista il quadro generale

Essere bloccati è sinonimo di perdita di tempo; per evitare questo bisogna fare un passo indietro e rivalutare il lavoro, cercando di ri-allinearlo con gli obiettivi generali.

Non frammentare il progetto in blocchi

Per gestire un progetto di successo, è necessario frammentare il lavoro in tanti piccoli blocchi, proprio per evitare di essere travolti da grandi progetti.

Un buon project manager deve presentare il progetto in termini di passaggi e punti di controllo per garantire ai membri del team un punto di riferimento.

Segmentare un progetto in maniera realistica è un compito arduo, ma renderà la gestione del progetto più semplice e progressiva.

6-errori-del-Project-Management-da-evitare.jpg

Non stabilire un quadro di comunicazione chiaro

Per avere un quadro della comunicazione è opportuno pianificare una riunione mensile per discutere sui progressi di un progetto.

La squadra ha bisogno di un modo per condividere le informazioni e di tenere tutti aggiornati sul loro lavoro; in caso contrario, si rischia che i membri virano fuori rotta e possano perdere di vista il traguardo.

Concentrarsi sugli aspetti negativi e sottovalutare quelli positivi

I ricercatori dell’Università del Michigan hanno scoperto che le squadre che lavorano in modo più produttivo sono quelle che hanno un “mood” positivo.

Si tratta di un semplice fatto, ovvero che le persone sono più motivati quando si sentono apprezzate e rispettate, ma molti progetti falliscono perché i leader si concentrano troppo sulle “battute d’arresto”.

La negatività e la paura del fallimento è in definitiva meno motivante dell’incoraggiamento positivo, soprattutto a fronte di un progetto travagliato.

Una squadra che si preoccupa veramente per ognuno dei suoi membri , per il benessere e il successo è più attrezzato per riprendersi dai problemi, e superare gli ostacoli.

Non adattarsi al cambiamento

Pensare ogni progetto come un qualcosa di statico, è sbagliato. Purtroppo, nel bene o nel male possono verificarsi cambiamenti, e la soluzione ottimale è quella di prendere tempo per valutare i successi e fallimenti, e vedere cosa si può migliorare il tutto cercando di mantenere sempre l’equilibrio nel team.

6 errori del Project Management da evitare. Ultima modifica: 2018-11-13T13:20:58+00:00 da Francesca Wurzburger