Quando un utente deve cercare qualcosa sul Web usa delle parole chiave, o query di ricerca, che ritiene significative o comunque in qualche modo attinenti alla sua ricerca.

Esistono due tipi di parole chiave:

  • Short Tail Keyword o parole chiave a coda corta (parole chiave generiche, composte da uno o al massimo due termini).

Solitamente queste parole chiave sono molto utilizzate ed hanno quindi un alto volume di ricerca ma un basso tasso di conversione (cioè solo una percentuale bassa di persone compierà l’azione che ci siamo prefissati come obiettivo della pagina, proprio per la genericità della ricerca: può essere l’acquisto di un prodotto, il download di un ebook, l’iscrizione alla newsletter, la compilazione di un form ecc).

Una short tail keyword inoltre ha solitamente un livello di concorrenza molto alto.

  • Long Tail Keyword o parole chiave a coda lunga (parole chiave più lunghe e specifiche).

Solitamente per queste parole chiave diminuisce il numero di ricerche degli utenti (quindi diminuisce il traffico potenziale), ma allo stesso tempo diminuisce anche la concorrenza di altri siti Web, ed aumenta il tasso di conversione (essendo una ricerca più specifica l’utente sarà più propenso all’azione).

Il concetto di long tail si collega al concetto di nicchia: l’obiettivo è quello di attrarre quella nicchia di utenti fortemente interessati a determinate e specifiche informazioni, prodotti o servizi.

Un interesse che si esprime nella maggior parte dei casi tramite query specifiche e complesse.

 

Short Tail Keyword VS Long Tail Keyword

 

Quindi la prima domanda da porsi in un’ottica di ottimizzazione e di ricerca delle keywords è: “Cosa digitano gli utenti nella query?” mettendosi esattamente nei loro panni.

Un utente non abbandonerà un sito web se i suoi contenuti, rispondendo alla sua ricerca, lo avranno fidelizzato.

Vantaggi dell’utilizzo di parole chiave a coda lunga sono:

  • in una SERP con milioni di risultati, usando le parole chiave a coda corta, troverai sempre un concorrente più autorevole sull’argomento, e, pur offrendo il servizio migliore il concorrente autorevole sarà sempre posizionato sopra di te;
  • usando le parole chiave a coda corta non riuscirai mai a capire cosa vuole realmente l’utente (es: casa Vs casa al mare);
  • usando le parole chiave a coda corta è impossibile proporre un titolo ed una descrizione che possa conquistare l’attenzione dell’utente;
  • non sapendo cosa vuole esattamente l’utente (casa o casa al mare), è impossibile proporgli la landing page perfetta che si aspetta.

Short Tail Keyword VS Long Tail Keyword: questo non significa che non bisogna posizionare le parole chiave generiche, ma semplicemente che bisogna partire dalle Long Tail Keywords per arrivare al posizionamento delle Short Tail Keywords.

E tu stai puntando sulla quantità del traffico delle parole chiave a coda corta o sulla qualità delle parole chiave a coda lunga?

 

 

Short Tail Keyword VS Long Tail Keyword. Ultima modifica: 2016-11-23T13:11:00+01:00 da Ileana Somma