Novità in Google+

Per “combattere” l’avanzata di Pinterest che sta ottenendo sempre maggiori consensi e una più capillare diffusione, Google+ ha appena lanciato l’applicazione Raccolte dove ognuno, attraverso il proprio account Google può “pinnare” e condividere le proprie collezioni di fotoimmagini e post di altro genere.

Il Social Network di Google, che Social Network non è, si ispira in molte funzionalità ai propri “concorrenti” come Facebook, Twitter, Tumblr, Flickr e, da oggi, anche a Pinterest: agli account Google (il rilascio è graduale per cui alcuni potrebbero non avere ancora la nuova feature attiva) è stata data la possibilità di ripubblicare direttamente all’interno di una specifica raccolta o collezione ovvero di raggruppare delle immagini o dei post di altro genere in modo tematico come succede proprio su Pinterest.

Con questa mossa Google+ strizza l’occhio al pubblico femminile e dei creativi, da sempre molto attivi su Pinterest.

La creazione di una raccolta è un’operazioni estremamente semplice: basta cliccare sul menu “Raccolte” nella barra del menu di sinistra della pagina Google+; a quel punto basta scegliere un nome, personalizzare la pagina e si è pronti a procedere alle prime condivisioni di immagini, foto, video e post.

google-plus-creazione-raccolte-1024x239-1.jpg

E’ chairamente possibile impostare anche le regole di privacy: pubblico, cerchie, solo l’utente o personalizzata.

L’incidenza del valore del materiale multimediale su Internet è sempre più significativa e dal lontano “ipertesto” che ha originato il web caratterizzato da quasi solo testo e poche immagini (le connessioni con i modem analogici non consentivano di pubblicare troppe immagini senza estenuanti tempi di caricamento) si è passati a un web sempre più incentrato su “pezzi di web” multimediali e accattivanti.

Google ha percepito questo valore e sta cercando attraverso la propria piattaforma Google+ (che è sbagliato considerare come un semplice “social network“) di riunire all’interno di un unico strutturato contenitore tutte le feature più interessanti dei social network (lo ha fatto recentemente con le pagine local ispirandosi a Foursquare).

Dopo Pinterest a chi toccherà?

Google+ e i suoi Pin. Ultima modifica: 2015-05-07T17:33:32+01:00 da Marco Biagiotti