Cosa dovresti tenere a mente quando scegli un marchio efficace? Il nostro obiettivo in quest’articolo è quello di condividere i principi base volti a ottenere un Naming di successo.

10 principi base per un buon Naming

  1. Un nome deve essere famoso
    Un nome che rompe i codici esistenti può far crescere la notorietà di un marchio.
  2. Un nome deve essere diverso e unico
    Devi proiettare la tua personalità (iPhone).
    10 principi base per un buon Naming
  3. Un nome deve essere flessibile e durevole
    Deve consentire l’estensione del marchio ad altri settori.
  4. Un nome dev’essere suggestivo ed evocativo
    Le associazioni che fanno riferimento a concetti concreti sono più potenti e più facili da conservare in memoria.
  5. Un nome deve essere credibile
    I nomi descrittivi influenzano la credibilità del marchio quando si intende estenderli a categorie diverse dall’originale (Enel vs elettricità).
  6. Un nome deve essere coerente con il sistema del marchio
    Deve essere in grado di coesistere con altri marchi associati a caratteristiche simili.
  7. Un nome deve essere leggibile e facilmente pronunciabile
    È molto più complesso costruire l’identità di un marchio impronunciabile.
  8. Un nome deve essere registrabile
    L’enorme saturazione degli archivi rende i processi difficili. I nomi distintivi sono più facilmente utilizzabili.
  9. Un nome dovrebbe evitare associazioni negative
    È importante eseguire controlli in altre lingue per evitare errori flagranti.
  10. I marchi sono costruiti attraverso buone storie
    Il nome deve sapere come sintetizzarlo.

Un buon nome è ancora un vantaggio competitivo su tutti coloro che non capiscono il potere di un nome. Senza dubbio, investire in Naming significa investire nella creazione di valore del marchio.

Continua a leggere i nostri articoli!

10 principi base per un buon Naming. Ultima modifica: 2018-12-07T13:30:51+00:00 da Sara El Jemli